Impianti di produzioni pannelli fotovoltaici

Assemblaggio celle fotovoltaiche

Gli impianti di  produzione di pannelli fotovoltaici iniziano con la prima isola di assemblaggio delle celle fotovoltaiche .E’ il momento piu’ delicato ove le singole celle fotovoltaiche vengono prese da un cestello di contenimento posto al lato della macchina e vengono posizionate con cura normalmente su un particolare nastro di trasporto. Una volta terminato il posizionamento la macchina stessa andrà a saldarle creando i collegamenti elettrici necessari.
Come detto prima questo e’ il momento più delicato dell intero processo per alcuni motivi che andrò ad elencare nei vai punti.
A fianco macchina normalmente ci sono due cestelli che contengono le unita’ fondamentali del pannello dette celle. Ogni singola cella e’ molto fragile e la sua non corretta manipolazione può portare alla sua rottura o possono generarsi micro-crepe che diminuiscono sensibilmente il rendimento della cella stessa. Per cui il sistema di presa deve essere “delicato” ; il sistema migliore è utilizzare una testa di presa con ventose al silicone, ma questo non basta .

impianti di produzioni pannelli fotovoltaici - La Testa automatizzata

 La testa di presa deve avvicinarsi lentamente alla cella fotovoltaica capendone la distanza e appoggiando le ventose quasi come fossero delle piume, afferrandola. Varie tecniche sono state sviluppate per capire la distanza che si interpone fra le ventose e la cella fotovoltaica. I migliori risultati sono stati ottenuti misurando tramite ultrasuoni lo spazio che intercorre fra questi due elementi.

Testa Presa celle produzione di pannelli fotovoltaici

Una volta che le celle sono geometricamente posizionate verranno collegate elettricamente con un piccolo nastro di materiale conduttore . Questa e’ un altra operazione delicata.

Il collegamento viene eseguido saldando questo nastro conduttore sulle celle avendo cura di non scaldarle troppo durante la saldatura e avendo l’ accortezza di eseguire una saldatura omogenea . La tecnica più efficace consiste nel rilasciare una minima quantita di un liquido , detto flussante , che elimina eventuali incrostazioni o depositi di grasso etc. sia dai punti ove la cella andrà saldata , sia dal conduttore.
La quantita’ di flussante deve essere attentamente regolata per non andare a sporcare la cella fotovoltaica pregiudicandone il funzionamento.

Dopo il passaggio del flussante avverrà la saldatura a temperatura controllata . La La testa di saldatura e’ quel meccanismo che andrà ad appoggiare i vari elementi ad alta temperatura sulla cella; la stessa dovrà essere accuratamente ingegnerizzato per evitare sia stress termici che meccanici.
Al termine del processo di saldatura la macchina sposterà le nostre celle assemblate e si preparerà ad eseguire le successive.
Negli impianti di produzione  pannelli fotovoltaici l’ isola di assemblaggio delle singole celle  dovrà avere caratteristiche e funzionalità avanzate permettendo di : a) poter modificare la geometria delle celle in assemblaggio. b) poter modificare tutti i parametri di saldatura quali la temperatura , la velocità di esecuzione, la quantità di flussante e di stagno. c) avere una testa di presa intelligente per le operazione di pic and place e soprattutto che si accorga se, per vari motivi, la cella viene persa dalla presa. d) la possibilità di avere due o più cestelli ove andranno inserite le singole celle fotovoltaiche impilate . Allo svuotamento di un cestello la macchina passa al successivo permettendo all’ operatore di riempire quello/i vuoti.

error: Content is protected (C) CNIKA !!