Pantografo cnc per Plexiglass

Caratteristiche per una corretta scelta del pantografo.

La lavorazione del Plexiglass con un pantografo cnc non è impegnativa se si seguono alcuni brevi consigli che ci permetteranno di ottenere degli ottimi risultati. 
Un pantografo cnc per plexiglass deve avere la possibilita’ di avere montato un mandrino che riesca a raggiungere i 12.000 giri e che sia robusto e non con montanti in lamiera o ancor peggio in legno. 
Il motivo di tale robustezza non sta’ nel fatto che il sistema possa torcersi durante la lavorazione , il plexiglass e’ un materiale tenero, ma che non vibri .

Se un pantografo cnc per plexiglass  incomincia a vibrare la lavorazione sarà tutta dentellata sui bordi .
Inoltre una buona lavorazione vi permettera di avere una finitura a lucito se eseguirete una profilatura. Per prima cosa dobbiamo fissare sul piano di lavoro , in maniera solidale , il foglio o blocco di plexiglass che vorremmo lavorare; un buon piano aspirante e vivamente consigliato.

Anche fissare il nostro plexiglass con un buon biadesivo e’ un buon compromesso. 
La scelta della fresa , e’ un altro parametro importante . Io personalmente ho sempre eseguito tutte le lavorazioni di profilatura/ sagomatura con frese a candela con 2 taglienti ad elica pronunciata .

Pantografo cnc per plexiglass

Questo perchè il plexiglass durante il taglio tende ad appicicarsi alla fresa. Se la fresa si impasta non potrà più tagliare e, oltre ad un pessimo lavoro, o si spaccherà la fresa o si spezzerà il pezzo che stiamo lavorando. 
Un altro particolare importante in un pantografo cnc per la lavorazione del plexiglass e’ la possibilità di avere un nebulizzatore montato. 
Questo nebulizzatore vi permetterà di spruzzare sulla fresa un composto di acqua e sapone. Questo eviterà che la fresa si impasti non facendo attaccare il plexiglass. 
In effetti ho provato anche a nebulizzare acqua ed emulsione per macchine utensili ma , vi assicuro, il sapone e’ veramente ottimale!!
Ovviamente non esagerate con il sapone , 3 cucchiaini in 1/2 litro di acqua circa. 
Un ultima piccolissima considerazione, usate frese a 2 taglienti di piccolo diametro , massimo 6 mm . Frese più grosse andranno a strappare il plexiglass .
Nella modellazione 3D del plexiglass usate NON frese tonde ma toriche. Se trovate frese toriche a due taglienti saranno le migliori ma difficili da trovare .

Io uso il modello X2 di questo  pantografo .

error: Content is protected (C) CNIKA !!